Il gruppo de La locomotiva scrive sul Consiglio Comunale di Campo di Giove del 26 giugno

Il gruppo de La locomotiva scrive sul Consiglio Comunale di Campo di Giove del 26 giugno
Palazzo Ricciardi, sede del Comune di Campo di Giove (Aq)
CAMPO DI GIOVE – Riportiamo di seguito le considerazioni espresse dal gruppo di opposizione “La locomotiva” pubblicate sulla pagina facebook “listacivicalalocomotiva” circa il primo Consiglio comunale che si è svolto dopo le elezioni dell’11 giugno.

Lunedì 26 giugno c’è stato il primo Consiglio comunale dopo le elezioni.



Il Sindaco riconfermato Giovanni Di Mascio dopo il giuramento circa l’osservanza leale della Costituzione ha ringraziato tutti i candidati delle tre liste per il comportamento tenuto durante la campagna elettorale.
Ha poi auspicato che durante il prossimo quinquennio amministrativo ci possa essere in Consiglio comunale la disponibilità da parte di tutti i componenti a esaminare senza nessun pregiudizio le proposte sia della maggioranza sia delle opposizioni con il solo fine di cercare delle soluzioni positive per Campo di Giove.

Sono stati comunicati i nomi che comporranno la nuova giunta che sarà così formata:

– Giovanni Di Mascio (Sindaco);

– Stefano Di Mascio (Vicesindaco);

– Federica D’Agostino (Assessore).

Noi de “La locomotiva” presenti sui banchi dell’opposizione con Antonio D’Amico e Manuela D’Amico ci siamo dichiarati d’accordo nel procedere con un atteggiamento senza alcun pregiudizio stando attenti a esaminare con serietà tutte le questioni su cui il Consiglio sarà chiamato a decidere.

Tra i punti esaminati durante la riunione uno riguardava la richiesta di sdemanializzazione dell’area antistante il Lago Ticino dove abbiamo votato a favore segnalando tuttavia alla maggioranza lo stato di abbandono della stessa area a pochi giorni dall’inizio della stagione turistica estiva e l’altro alcune variazioni al Bilancio di previsione 2017 dove, per consentirci alcuni approfondimenti sulle diverse cifre e progetti proposti, abbiamo deciso di astenerci.

Rinnoviamo gli auguri di buon lavoro a tutti gli eletti, consapevoli che solo la buona coscienza e l’impegno da parte di ciascuno potrà dare speranza al futuro di Campo di Giove.