Pubblicato il verbale per l’aggiudicazione della nuova gestione degli impianti di risalita di Campo di Giove

CAMPO DI GIOVE – Come riportato nel post “Cambio nella gestione degli impianti di risalita di Campo di Giove”, la gara bandita dal Comune ha visto un’unica offerta presentata dalla società C.I.P. S.r.l. di Palena (Ch).


Oggi, il responsabile del Settore Tecnico comunale Geom. Concezio Carracini ha pubblicato il verbale di gara (clicca qui per scaricare il documento integrale) con il quale si attesta la formale aggiudicazione. 


Nel documento sono riportati i dati dell’offerta economica formulati dalla C.I.P.: il contributo annuale richiesto al Comune è di 73.200 euro, oltre a questa somma, il Comune sosterrà con ulteriori 52.000 euro gli investimenti che l’aggiudicatario prevede di apportare nei prossimi due anni, indicati in sede di gara in 112.300 euro.

Il Sindaco Giovanni Di Mascio ha dichiarato: «desidero esprimere a nome dell’Amministrazione comunale un doveroso ringraziamento alla Sangritana per il lavoro svolto, mi auguro che la nuova gestione degli impianti si caratterizzi per impegno, dedizione e professionalità affinché si pongano le condizioni per far tornare Campo di Giove nel novero delle località turistiche invernali più apprezzate dell’Abruzzo. Da parte mia e delle strutture comunali, ci sarà tutto il sostegno necessario affinché tale obiettivo venga raggiunto in tempi rapidi».

Non è mancato un riferimento ai lavori che dovranno portare alla sostituzione del vecchio skilift di Quartarana: «la nuova aggiudicazione della gestione degli impianti rientra in una strategia complessiva di rilancio della struttura, ed infatti, lo scorso settembre, il Comune ha provveduto ad assegnare i lavori di sostituzione del vecchio tracciato di Quartarana (inutilizzato da diversi anni NdR), alla ditta CCM di Torino, risultata aggiudicataria del bando pubblicato ad agosto», segnalando che «l’Amministrazione Comunale sta operando in maniera intensa per far sì che il nuovo impianto sia funzionante già nel corso della stagione invernale alle porte, tant’è che da qualche settimana stiamo sollecitando gli organi regionali e ministeriali – anche con incontri specifici – affinché le pratiche burocratiche non comportino dannosi slittamenti. 
Restiamo pertanto ottimisti e lavoriamo affinché si giunga presto a risultati concreti».