25 Aprile, Campo di Giove commemora la Liberazione con la posa di una stele.

Campo di Giove, festa della Liberazione con la posa di una stele commemorativa.
CAMPO DI GIOVE – Questa mattina, il Sindaco ha reso omaggio ai Caduti presso il Monumento di Piazza Duval, successivamente è stata celebrata una S. Messa all’aperto.


Il paese ha così commemorato la Festa della Liberazione.

Quest’anno tuttavia, in occasione della marcia del “Freedom Trail” che arriverà a Campo di Giove venerdì 1 maggio, l’Amministrazione Comunale ha invitato gli studenti, professori e cittadini a partecipare alla posa di una stele in pietra, per commemorare il passaggio di soldati, ex internati nel campo di prigionia di Fonte d’Amore e partigiani che tentavano di raggiungere gli Alleati al di là della Majella nel periodo successivo all’8 settembre 1943.


Un evento a cui il Sindaco Giovanni Di Mascio, ha dichiarato di tenere in modo particolare per «l’importanza che Campo di Giove ebbe a ricoprire durante quello specifico lasso di tempo» anticipando che «la pietra riporterà un’iscrizione che ricorderà il codice usato da “Radio Londra” per annunciare l’esito positivo della traversata».



Infine, sempre il Sindaco fa sapere che «ci sono stati contatti con la Segreteria del già Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, a cui abbiamo rivolto un invito speciale considerando che all’epoca anch’egli, giovane sottotenente, si trovò a transitare in questi luoghi con l’obiettivo di unirsi agli Alleati.
 Per motivi di salute, pur non potendo essere presente, ha inviato una comunicazione di approvazione della nostra iniziativa».

  
Una giornata dunque, che molti vivranno con soddisfazione, come dimostra per esempio l’intervento fatto dal Prof. Italo De Vincentiis nell’agosto 2013 a Palazzo Nanni durante il convegno: “Campo di Giove nel 1943 – Giorni di coraggio e di solidarietà”.

Il comunicato dell’Amministrazione, con ulteriori approfondimenti, è pubblicato sul sito del Comune di Campo di Giove.