Comunicato stampa del Sindaco di Campo di Giove

Il 6 x 3 affisso a Sulmona

CAMPO DI GIOVE – I temi della sanità abruzzese toccano ancora da vicino il nostro paese. In questi giorni si è molto discusso di una nuova misura che la Regione Abruzzo starebbe adottando, finalizzata alla chiusura del “punto nascite” dell’Ospedale di Sulmona “SS. Annunziata”.

Di seguito il Comnicato stampa redatto dal Sindaco di Campo di Giove, Giovanni Di Mascio, volto a precisare i termini della questione inerente la soppressione del servizio di guardia medica di Campo di Giove citato in una comunicazione a cura del Gruppo regionale di Forza Italia, affissa negli spazi pubblici della cittadina ovidiana.

Il sottoscritto, visto il cartellone pubblicitario apparso in data odierna per le strade di Sulmona a cura del “Gruppo Consiliare Regionale di Forza Italia”, avente ad oggetto le chiusure del “Punto Nascita” di Sulmona e della “Guardia Medica” di Campo di Giove, ritiene l’accostamento poco pertinente perché a Campo di Giove, dopo la chiusura del servizio di continuità assistenziale, è stata istituita una postazione permanente notturna del 118 (dalle h.20,00 alle h.8,00), un servizio (senza nulla togliere a quello precedente) di assoluta eccellenza prestato con estrema professionalità ed efficienza dal personale medico, para-medico e dai volontari.

La precisazione si ritiene dovuta per completezza di informazione perché, diversamente, non si renderebbe il giusto merito alla Politica.

Questo, tuttavia, non mi impedisce di esprimere la più assoluta contrarietà al provvedimento di chiusura del “Punto Nascita” di Sulmona perché spoglierebbe di un servizio essenziale un intero comprensorio, per cui è auspicabile una effettiva unità territoriale – sempre necessaria per raggiungere risultati importanti, come quello in discorso – che induca la stessa Politica a trovare, anche in tale caso, la giusta ed equilibrata soluzione.
Giovanni Di Mascio – Sindaco Campo di Giove
Campo di Giove, 28 Febbraio 2015