Don Magloire ed i giovani di Campo di Giove

CAMPO DI GIOVE – Di seguito riporto un breve articolo di Marco Del Mastro sull’incontro tenutosi sabato 2 novembre (inizialmente programmato per il sabato precedente) tra il parroco Don Magloire ed i giovani della parrocchia (articolo e foto sono  reperibili all’indirizzo: http://parrocchiasanteustachiodicampodigiove.unblog.fr/2013/11/04/incontro-mensile-con-i-giovani-02-novembre-2013/
Il giorno 02 novembre 2013, si è tenuto l’incontro con  i giovani di Campo di Giove. Il tema era: “Allenarsi alla felicità”. L’intento del Parroco Don Magloire è di riunire i giovani del paese per avere con loro incontri periodici  al fine di capire i loro progetti, interessi e  capacità; ma nel contempo rispondere nel modo più esaustivo possibile alle loro domande sul tema della vita e dell’amore  nel difficile contesto attuale. Per affrontare il tema in modo dinamico e da vari punti di vista, si è fatto aiutare dalla presenza della psicologa dell’educazione, Dott.ssa D’Ambrosio Giuseppina accolta e apprezzata nel suo ricco e nutrito intervento. il gradimento si è trasformato anche in un invito indirizzato alla studiosa ad accompagnare con le sue premure intellettuali questo percorso iniziato tra i giovani e il loro nuovo il Parroco.

Il processo iniziato è quello di comprendere con i ragazzi, attraverso l’informazione e il dibattito, come ci si debba muovere in questa società, cosa ci si deve aspettare e quali sono i cambiamenti dei nostri tempi. Ma il suo intento è anche di voler aggregare e unire per creare forza e sostegno reciproco. La partecipazione è stata sentita e coinvolgente, infatti, l’input iniziale dato al tema ha suscitato tanto interesse, tanto che si è avvertita la necessità non solo di protrarre l’incontro ma di estendere il trattamento del tema su un periodo sufficiente per dare la possibilità di sfruttare i vari aspetti attinenti. La felicità, si è detto, suppone quattro aspetti fondamentali: il giusto piacere, il coinvolgimento, l’appagamento e la pace interiore. Il centro della vita di ogni persona umana è l’amore nella modalità del do ut det.
Don Magloire che ha lavorato per anni con i giovani e a ha con loro un rapporto dignitosamente confidenziale, ama accettare idee e richieste dei giovani, per cercare insieme di condividere e coltivare  l’aspetto culturale, ludico, ricreativo e creativo. Durante l’incontro si è anche avvertito l’importanza di avere segretarie per facilitare la comunicazione tra i giovani. Sono state coinvolte Deborah, Monica e Natascia. Francesca ha proposto di organizzare una visita a Roma nella comunità giovanile di Sant’Egidio. Proposta valutata fattibile e affidata ad ulteriore approfondimento, Mattia dal canto suo, ha proposto un profilo Facebook per rendere la comunicazione tra i giovani più fluida e tempestiva. A lui è stato appunto affidato il compito di farlo e renderlo accessibile a tutti.
Don Magloire non vuole proporsi come il prete che prescrive o insegna qualche pratica religiosa ma ha il modesto desiderio di aiutare a vivere il più felicemente possibile come uomini e donne, che amano la propria condizione umana traendone al meglio le risorse offerte, ciò alla luce della fede donataci da Gesù di Nazareth Uomo-Dio cioè  innamorato della nostra umanità fino a decidere di assumerla. Egli è convinto che solo con un’armonia interiore e nel curare bene le relazioni con se stesso e  il prossimo si può anche ricercare e incontrare Dio nel modo più autentico.