Sul presepe vivente

Di seguito un breve articolo scritto dal mio amico Marco Del Mastro, un giovanissimo campogiovese che continua a manifestare un promettente interesse per gli aspetti storici, culturali e turistici di Campo di Giove. 

di Marco Del Mastro
CAMPO DI GIOVE – Il prossimo tre gennaio a Campo di Giove andrà in scena il presepe vivente, rappresentazione della nascita del Signore, unita alla rievocazione degli “antichi mestieri”. 
La manifestazione è giunta alla nona edizione; originariamente pensata per la didattica locale, continua la sua tradizione acquisendo sempre più una valenza di rilievo sociale e culturale per il paese. Anche quest’anno il presepe vivente sarà curato dall’Associazione “Gli Amici del Presepe” con il Patrocinio del Comune, un impegno che ha reso quest’occasione, un appuntamento irrinunciabile. 
La cornice sarà ancora una volta il centro storico di Campo di Giove che assumerà quanto più possibile, le caratteristiche della Betlemme di duemila anni fa. La neve, i caratteristici vicoli e la maestosa Maiella, contribuiranno a completare uno scenario suggestivo che non mancherà di regalare emozioni indimenticabili. 
Un invito dunque a tutti i turisti presenti in quei giorni in paese, affinché con la loro forte partecipazione contribuiscano a dare gli stimoli giusti affinché questa bella e meritoria iniziativa possa continuare nei prossimi anni.